PAVIMENTI – RIVESTIMENTI – SCALE Prima della formazione del pavimento al piano seminterrato dovrà essere eseguito un vespaio in ghiaia grossa mista da scavo con sovrastante getto di caldana in calcestruzzo. I pavimenti del locale immondezzaio sarà realizzato con piastrelle di gres ceramico ad alta resistenza da cm. 10×20/20X20; il locale immondezzaio sarà rivestito su tutte le pareti fino a quota mt. 2,00, col medesimo materiale. La pavimentazione della rampa di accesso carraio sarà eseguita con massetto in  granulato sferoidale al quarzo tipo “Durocret”, di colore grigio e getto di calcestruzzo; per le zone inclinate saranno realizzate scanalature antiscivolo. I pavimenti dei boxes e ogni altro vano del seminterrato ad esclusione delle cantine e relativi disimpegni, saranno eseguiti con massetto in granulato sferoidale al quarzo tipo “Durocret”, di colore grigio e getto di calcestruzzo, lisciato con macchinario specifico tipo “elicottero” e dotato di idonei giunti. Le soglie ed i davanzali delle finestre e porte finestre saranno eseguite in serizzo levigato. Le pavimentazioni esterne, saranno realizzate come segue:
  • Percorsi carrai, pedonali e marciapiedi attraverso posa di elementi prefabbricati in cemento con superficie in vista dotata di trattamento antisdrucciolevole ed antiusura (tipologia e colori a scelta della D.L.).
  • Le cantine e relativi disimpegni saranno pavimentate con piastrelle in 20X20/30×30“ tipo granito gres” ad impasto integrale da esterni e con superficie antisdrucciolevole.
Gli atrii di ingresso principale, i disimpegni di distribuzione ai piani e le scale interne (pedate, alzate e zoccolino), saranno realizzati con lastre di granito rosa Beta o simili a scelta della D.L., di adeguate dimensioni e spessori, lucidate. I pavimenti dei balconi e terrazzi saranno realizzati con piastrelle antigelive ed antisdrucciolevoli da cm. 10×20 o15x30 o 30×30 ad impasto integrale a scelta della DL. I pavimenti dei soggiorni, ingressi, disimpegni e cucine saranno in gres porcellanato smaltato, di prima scelta, dimensioni cm. 33×33 – 45×45 – 30×60-60×60 I pavimenti dei bagni saranno ceramica dimensioni 20×20 – 33×33 – 45×45 di prima scelta e comunque di primaria Ditta. Le pareti dei bagni saranno rivestite in ceramica smaltata dimensioni 20×20 – 25×40 – 20×50 di prima scelta e comunque di primaria Ditta, per un’altezza di cm. 200.
Le cucine saranno dotate di rivestimento in ceramica smaltata dimensioni 20×20 – 25×40 – 20×50 di prima scelta; installato sulle due pareti attrezzate, per un’altezza di cm. 200. La posa delle piastrelle del pavimento dei sarà ortogonale rispetto alle pareti dei locali, con giunti massimo di 5 mm.
La posa delle piastrelle dei rivestimenti sarà orizzontale, dritta giunto accostato I pavimenti delle camere e disimpegni notte saranno realizzati in Parquet prefinito, essenze Iroko, e Rovere in varie tinte cm. 50×7, spessore mm. 10, incollato, oppure cm 83.5×10, spessore mm.10 in alternativa al legno della zona notte gres porcellanato smaltato effetto legno nelle dimensioni di cm 15×60 -15×90
La posa dei pavimenti in gres effetto legno sarà ortogonale rispetto alle pareti dei locali con giunto massimo di 5  mm. In tutti i locali di abitazione (ad eccezione di quelli dotati di rivestimento) sarà installato uno zoccolino in essenza lignea di cm. 7/8 x 1 con finitura della medesima essenza/materiale/colore delle porte interne. Per ciascun appartamento sara’ consegnata una scorta di materiale pari a mq. 1,00 per ogni tipologia di piastrelle e a mq. 0,50 per ogni tipo di rivestimento. Pavimenti e rivestimenti saranno scelti dal Cliente, in apposita campionatura predisposta dalla D.L. presso la sede del Fornitore. RIVESTIMENTI E FINITURE ESTERNE Le superfici murarie verticali esterne (compreso balconi), ove non rivestite, saranno trattate con rivestimento murale ai Silicati, da applicare sull’isolamento a cappotto o su intonaco di sottofondo,  nei colori previsti in progetto. Le superfici orizzontali esterne (gronde e sottobalconi) saranno intonacate con intonaco fine per esterni e tinteggiate con pittura ai silicati, nei colori previsti in progetto. Alla base delle zone di muratura verticale esterna, ove non presente rivestimento, sarà applicata una zoccolatura “a nastro” in lastre di serizzo  levigato di altezza cm. 2. I muri di contenimento della rampa, di recinzione, aperture di ventilazione del seminterrato saranno realizzati  in calcestruzzo con casseratura a pannelli e tinteggiati con idoneo materiale protettivo grigio cemento. SERRAMENTI INTERNI ED ESTERNI I serramenti degli atrii di ingresso e delle scale, saranno realizzati con profili estrusi di alluminio elettrocolore e vetri isolanti e antisfondamento e comunque a norma delle vigenti disposizioni sul contenimento energetico; saranno forniti in opera completi di elementi di chiusura e di manovra. Le porte degli ingressi secondari e degli accessi ai disimpegni delle cantine e locale comune, saranno cieche e realizzate con profili di acciaio preverniciato (ove previsto con adeguata resistenza al fuoco –  REI ). Le porte delle cantinole saranno in lamiera preverniciata, tamburata e dotate di serratura tipo Yale. Le porte basculanti saranno in lamiera preverniciata motorizzate, autobilanciate, complete di serratura e maniglie e con fessure di aereazione dimensionate secondo la normativa vigente. I serramenti di finestre e porte – finestre di tutte le abitazioni saranno realizzati in PVC bianco/grigio sezione 80 mm, completi di accessori e vetrocamera (triplovetro)4+4 Silence/12-15, gas Argon – 3+3 mm. e comunque a norma delle vigenti disposizioni sul contenimento energetico e del rumore. I serramenti saranno muniti, ove indicato in progetto, di avvolgibili motorizzati in profili di alluminio estrusi colore grigio (RAL da definire da parte della D.L.). Tutti i serramenti garantiscono i seguenti requisiti:
  • Permeabilità all’aria secondo UNI EN 42 A3
  • Tenuta all’acqua secondo UNI EN 86 E4
  • Resistenza al vento secondo UNI EN 77 V2a
I serramenti esterni del seminterrato saranno in alluminio elettrocolore, completi di vetri float. I portoncini di primo ingresso saranno di tipo “blindato”, costituiti da struttura in ferro coibentata e rivestimento sulla faccia esterna con pannello a scelta della Direzione Lavori e sulla faccia interna analogo alle porte interne all’appartamento; saranno inoltre dotati di rostri antiscasso e serratura di sicurezza con chiave di tipo “Europeo”, serratura di servizio, spioncino e lama parafreddo.
modello e  linee vedi campionatura. Maniglie ed accessori della ditta Ghedini modello           Milena, ed impiallacciate  in  noce Tanganika o laminato di diverse tonalità, complete di coprifili stondati,  maniglie in lega leggera, ferramenta, chiavi ed ogni accessorio.
IMPIANTO IDRAULICO/SANITARIO

Dimensionamento dell’impianto Il dimensionamento dell’impianto sarà eseguito da tecnico abilitato, con regolare calcolo secondo la normativa vigente e sottoposto alla preventiva approvazione della Direzione Lavori. Reti di alimentazione La rete di distribuzione dell’acqua potabile, a valle del contatore installato nella posizione e con modalità impartite dall’Ente Acquedotto, sarà eseguita con tubazioni in polietilene e/o metalliche complete di pezzi speciali di intercettazione e raccordo. Reti di distribuzione All’interno delle singole unità immobiliari, le reti di distribuzione alle utenze sanitarie saranno realizzate in materiale plastico e protette esternamente con guaina isolante. I diametri ed il percorso delle tubazioni saranno conformi alle indicazioni del progetto esecutivo. Apparecchi Sanitari (Ideal standard modello TESI o ESEDRA o CONNECT) o similari. Apparecchi  Miscelatori (Ideal Standard serie CERAMIX new) o similari. Lavabo in vitreus-china bianca da cm. 65 circa completo di:
  • colonna;
  • gruppo d’erogazione miscelatore;
  • troppo pieno e scarico a saltarello;
  • Water in vitreus-china bianca completo di:
  • sedile in PVC rigido colore bianco;
  • cassetta a muro da incasso;
Bidet in vitreus-china bianca completo di:
  • troppo pieno e scarico a saltarello;
  • gruppo d’erogazione miscelatore;
Piatto doccia completo di:
  • piletta a sifone di scarico;
  • gruppo miscelatore;
  • soffione orientabile con saliscendi asta doccia o soffione a muro;
Vasca in vetroresina:
  • gruppo d’erogazione miscelatore;
  • troppo pieno e scarico
Ogni cucina dovrà essere prevista di:
  • 1 attacco acqua calda e fredda e scarico lavello;
  • 1 attacco lavastoviglie acqua fredda;
Giardini Sarà previsto n° 1 punto di innaffio (rubinetto), alloggiato in apposito pozzetto, per ogni unità  immobiliare al piano terra ed impianto di irrigazione con apposita centralina di comando. Balconi/terrazzi Sarà previsto n° 1 punto acqua (rubinetto), posizionato ad incasso, per ogni unità  immobiliare al piano primo. Sistema di recupero acqua piovana Sarà previsto un sistema di recupero acqua piovana che alimentera’ i sistemi di innaffio dei giardini e dei terrazzi al piano primo (rubinetto). Rete di scarico Le reti di scarico delle acque bagni e cucine saranno eseguite con tubazioni in polietilene ad alta densità Pe; per la distribuzione delle colonne verticali, e gli spostamenti orizzontali ritenuti particolari critici, saranno utilizzate delle tubazioni del  tipo insonorizzate. All’esterno, la rete di scarico convoglierà le acque di rifiuto nella fognatura pubblica secondo le modalità del Regolamento di Igiene e del Regolamento Edilizio Comunale. IMPIANTO DI RAFFRESCAMENTO – SPLIT SYSTEM Sarà istallato un impianto di condizionamento idronico di tipo a SPLIT , a servizio dei locali camere e soggiorno, istallati nelle posizioni più funzionali. Gli split, attraverso tubazioni di idoneo materiale, saranno collegati alla pompa di calore esistente, non sarà quindi necessario l’installazione di altre unità esterne Ogni split sarà dotato di telecomando ad infrarossi, ed il funzionamento sarà indipendente per ogni locale. IMPIANTO DI RISCALDAMENTO L’impianto di riscaldamento a pavimento e di produzione ACS sarà realizzato con unità integrate autonome a pompa di calore, che include il serbatoio dell’acqua calda sanitaria; alimentate principalmente da impianto fotovoltaico comune, posizionato sulla copertura dell’edifio.
  • Split system composto da unità esterna e unità interna con accumulo di acqua calda sanitaria
  • Per riscaldamento e produzione acqua calda sanitaria
  • A bassa temperatura, temperatura di mandata massima di 55°C
  • Range di potenza da 4 a 16 kW
  • Funzionamento modulante, tecnologia Inverter
  • Capacità di accumulo da 180 / 260 litri
  • Minimo ingombro di installazione dell’unità interna
  • Include tutti i componenti idraulici richiesti per l’installazione
  • Tutti i raccordi dell’acqua sono nella parte alta dell’unità
  • La scheda elettronica e tutti i componenti idraulici sono accessibili dalla parte anteriore
  • Innovativo pannello di controllo per facilitare messa in funzione, uso e manutenzione:
  • Procedura guidata per una rapida configurazione
  • Menu intuitivo e di facile comprensione che fornisce anche informazioni aggiuntive come consumo energetico e produzione di calore del sistema
  • Messaggi di errore con testo completo ed informazioni dettagliate sulle condizioni di funzionamento.
L’impianto di riscaldamento sarà del tipo radiante a pavimento, progettato e realizzato per ottenere le temperature di esercizio dei singoli alloggi previste dalle leggi in vigore norma UNI C.I.G. L’impianto consentirà di ottenere un elevato comfort in quanto il calore verrà irradiato nei singoli vani in modo uniforme su tutta la superficie di calpestio L’impianto a pavimento consente inoltre una forte riduzione nella formazione delle polveri o pulviscolo che è invece notevole con gli impianti tradizionali a termosifoni. Questo si traduce in un vantaggio per la salubrità degli ambienti e per la salute di coloro che soffrano di allergie alle polveri o di altre patologie respiratorie. Nei locali bagno, sarà prevista, dove necessaria, una integrazione con scaldasalvietta preverniciato con funzione di termo arredo. IMPIANTO SOLARE FOTOVOLTAICO E’ prevista l’installazione di impianto solare fotovoltaico a servizio delle parti comuni dell’intero complesso e dell’impianto di riscaldamento. L’installazione dei pannelli vetrati avverrà sul tetto comune. Un impianto fotovoltaico trasforma direttamente ed istantaneamente l’energia solare in energia elettrica senza l’utilizzo di alcun combustibile. La tecnologia fotovoltaica sfrutta infatti l’effetto fotovoltaico, per mezzo del quale alcuni semiconduttori opportunamente alterati generano elettricità se esposti alla radiazione solare. I principali vantaggi degli impianti fotovoltaici possono riassumersi in:
  • assenza di emissione di sostanze inquinanti
  • risparmio di combustibili fossili
  • affidabilità degli impianti (vita utile superiore ai 10 anni)
  • ridotti costi di esercizio e manutenzione
  • modularità del sistema (possibile incremento della potenzialità) a secondo delle          esigenze del condominio.
E’ corretto sottolineare la discontinuità dell’impianto causata dalla variabilità della fonte energetica solare. L’impianto verrà connesso alla rete in scambio sul posto in modo da poter autoconsumare l’energia prodotta quando la richiesta è contestuale alla produzione, prelevare energia dalla rete quando l’impianto non eroga una potenza elettrica sufficiente a coprire la richiesta ed immettere energia in rete quando non vi è richiesta da parte delle utenze. In condizioni standard è possibile ipotizzare una percentuale di autoconsumo pari a 30% dell’energia prodotta da parte delle utenze. IMPIANTO DI VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA E RECUPERO DEL CALORE Gli appartamenti saranno dotati di impianto centralizzato a ventilazione meccanica controllata. I ventilatori saranno posizionati nelle parti comuni del complesso residenziale. L’impianto sarà fornito di recuperatore di calore. Oltre ad esso, l’impianto sarà completato da bocchette di immissione, bocchette di estrazione e canali passanti nelle strutture. I locali serviti da tale impianto sono: Cucine, bagni, camere e soggiorni. L’impianto di ventilazione meccanica è il polmone dell’ambiente indoor e si integra con la struttura edilizia per formare un unico sistema edificio-impianto in cui la soluzione tecnologica progettata ed adottata potenzia l’involucro edilizio nella sua funzione di mediazione con l’ambiente esterno. COMFORT
  • Ricambio costante e controllato dell’aria viziata con aria di rinnovo
  • Espulsione automatica dell’aria ricca di inquinanti e di umidità
  • Libertà di tenere le finestre chiuse qualora le condizioni ambientali esterne non permettano il contrario.
  SALUTE ED IGIENE
  • Apporto ottimale di aria di rinnovo ricca di ossigeno per il benessere, la salute e quindi per  garantire la concentrazione e l’efficienza nei locali serviti.
  • Diluizione del livello di CO2 per mantenerla sotto i livelli limite per la qualità della vita nei locali chiusi.
  • Ostacolo alla formazione di condense e muffe superficiali sulle murature e sugli intonaci  grazie alla rimozione dell’umidità.
  • Filtrazione dell’aria in ingresso.
  • IMPIANTO ELETTRICOL’impianto elettrico, sarà realizzato a regola d’arte, in ottemperanza alle norme vigenti al momento dell’esecuzione e comunque secondo la Norma Cei 64-8 Variante V3, con dotazioni e caratteristiche non inferiori al Livello 1 e certificato a norma della Legge 46/90.  IMPIANTO ELETTRICO PRESCRIZIONI GENERALIPARTI COMUNIGli impianti elettrici delle parti comuni consisteranno essenzialmente:
    • impianto illuminazione esterna con accensione automatica mediante interruttore crepuscolare;
    • impianto illuminazione luci scale mediante accensione temporizzata;
    • automazione completa cancello carraio;
    • impianto video-citofono digitale a colori con tecnologia Vip System Comelit;
    • antenna TV/SATELLITE;
      APPARTAMENTI Gli impianti elettrici degli appartamenti consisteranno essenzialmente:
    • Impianto elettrico completo di punti luce e punti prese come specificato di         seguito;
    • Impianto domotico per tapparelle motorizzate con comando di zona e centralizzato, gestione carichi, regolazione mediante Icona manager del riscaldamento.
    • Predisposizione impianto domotico per: gestione luci, automazioni, climatizzazione, consumi, scenari, antintrusione, videosorveglianza e irrigazione.
    L’impianto è anche predisposto per la supervisione da remoto via PC o Telefono;
    • Videocitofono digitale a colori planux manager Manager che diventa anche il supervisore dell’impianto domotico;
    • Impianto di segnalazione acustica;
    • Predisposizione impianto antifurto con tubazione e traino;
    • Impianto aria condizionata n. 3 punti
      Gli impianti saranno realizzati a perfetta regola d’arte ed in ottemperanza alle Leggi vigenti al momento dell’esecuzione dei lavori. Gli impianti saranno realizzati utilizzando materiali ed apparecchiature di prima qualità. Tutte le linee elettriche correranno sotto traccia, in tubi flessibili in PVC impiegando un numero di scatole di derivazione sufficiente a consentire un facile infilaggio e sfilaggio dei conduttori. I conduttori saranno del tipo flessibile e la loro sezione minima non sarà inferiore a quella prevista dalle norme in vigore. La sezione dei conduttori di neutro, sarà uguale a quella del conduttore di fase. Oltre al conduttore di neutro, sarà previsto un conduttore separato, per la protezione di messa a terra, con sezione minima uguale a quella del conduttore di fase. Le derivazioni d’ogni singola unità immobiliare saranno realizzate in condutture isolate, senza giunzioni, posate entro tubo indipendente dalle altre. I cavi saranno dimensionati per quanto previsto dalle norme CEI.   FUNZIONI DELL’ IMPIANTO DOMOTICO INCLUSO DA CAPITOLATO Riscaldamento: Icona Manager permette di visualizzare l’intero profilo giornaliero della climatizzazione invernale in un’unica videata. Riscaldare in modo personalizzato gli ambienti della propria casa, ora più che mai, una componente importante della qualità della vita. Vi è poi da considerare che la climatizzazione è spesso la voce energetica più onerosa.
  • Grazie all’automazione domestica Comelit si può gestire in modo comodo e selettivo l’attivazione o disattivazione delle tecnologie del clima, in perfetta sintonia con le esigenze reali delle persone.-Visualizzazione veloce della temperatura misurata e impostata in ogni singoloAmbiente.-Modalità automatica per schedulare attivazioni a orari diversi ogni giorno della settimana.-Modalità countdown per trovare il clima ideale dopo un assenza prolungata o per forzare una temperatura a scelta in caso di situazioni non programmate.-Visualizzazione del grafico giornaliero della schedulazione impostata.-Lettura e impostazione della temperatura con precisione al decimo di grado.-Impostazione della schedulazione settimanale facile e intuitiva con tabella riassuntiva delle impostazioni.Possibilità di impostare uno scenario con una temperatura differente per ognuna delle zone controllate.    Gestione carichi e consumi:
    Con Icona Manager è possibile la gestione automatica dei carichi per evitare il distacco del contatore della fornitura elettrica   -Possibilità di scegliere un elenco di carichi che si devono disattivare per evitare il distacco del contatore di energia elettrica. -Possibilità di togliere momentaneamente dalla lista dei distacchi singoli carichi. -Segnalazione di attivazione della funzione di controllo carichi. -Possibilità di personalizzare il tempo di distacco di ogni singolo carico. -Controllo della potenza disponibile sull’impianto prima della riattivazione del carico.
Tapparelle:              Su tutte le unità abitative saranno automatizzate le tapparelle utilizzando apparecchiature domotiche Comelit. Saranno presenti sia i comandi locali che  il comando centralizzato posto all’ingresso dell’appartamento; questo permetterà l’apertura e la chiusura di tutte le tapparelle in modo automatico e simultaneo. Piove, non c’è nessuno in casa e le finestre sono aperte. Episodio frequente soprattutto durante il periodo estivo, quando improvvisi temporali e acquazzoni, brevi ma intensi, possono causare gravi danni alle abitazioni. Il sistema di automazione Comelit è dotato di dispositivi intelligenti in grado di azionare automaticamente la chiusura delle tapparelle nel caso di eventi atmosferici pericolosi. Una sicurezza che si unisce alla comodità per tutti i giorni: basta un semplice tocco, infatti, per azionare la chiusura automatica o l’apertura di tutti i principali varchi della casa. ELENCO degli UTILIZZATORI per OGNI SINGOLA UNITA’ SOGGIORNO: -n. 1 centralino da incasso 36 moduli comprendente:
  • 1 interruttore magnetotermico, 2 poli 25 A completo generale appartamento;
  • 1 interruttore differenziale Id= 0,03 A, 2 poli 25 A completo di dispositivo di riarmo automatico;
  • 4 interruttori bipolari magnetotermici per protezione circuiti elettrodomestici e prese bipasso;
  • 1 interruttore magnetotermico differenziale Id= 0,03 A, 2 poli 10 A per protezione circuito luce;
 
  • 1 ronzatore completo + suoneria;
  • 1 campanello con targhetta portanome;
  • 1 punto luce deviato;
  • 1 videocitofono;
  • 4 prese bivalenti;
  • 1 presa TV;
  • 1 presa TF.
  • 1 presa SAT.
  • 1 lampada emergenza
CUCINA:
  • 1 punto luce interrotto;
  • 1 punto semplice cappa;
  • 3 prese bivalenti;
  • 3 prese Unel
BAGNO:
  • 1 punto luce interrotto;
  • 1 punto luce interrotto a parete;
  • 1 prese bivalenti;
  • 1 pulsante a tirante per azionamento ronzatore d’allarme.
CAMERA MATRIMONIALE:
  • 1 punto luce invertito;
  • 4 prese bivalenti;
  • 1 presa TV;
  • 1 presa TF.
CAMERA SINGOLA:
  • 1 punto luce deviato;
  • 3 prese bivalenti;
  • 1 presa TV;
  • 1 presa TF;
  DISIMPEGNI:
  • 1 punto luce invertito;
  • 1 prese bivalenti;
PORTICI E BALCONI
  • 1 punto luce completo di corpo illuminante;
  • 1 presa bivalente completa di supporto IP 55;
BOXES:
  • 1 presa bivalente collegata al contatore privato;
  • 1 presa tipo schuko (alimentazione automobili elettriche).
  • 1 punto luce interrotto collegato al contatore privato.
  • 2 lampada completa di lampadina
CANTINE:
  • 1 presa bivalente collegata al contatore privato;
  • 1 punto luce interrotto collegato al contatore privato.
  • 1 lampada completa di lampadina
  GIARDINI PRIVATI:
  • 1 presa bivalente collegata al contatore privato;
  • 1 punto luce interrotto collegato al contatore privato.
  • 3/4 lampada completa di lampadina a led.
  PARTI COMUNI: Corsello Box: n. punti luce adeguati con lampade tipo Disano Echo 927 Led. Tutti i punti luce comune saranno comandati con accensione da interruttore crepuscolare o con sensore di passaggio ed il posizionamento di detti punti luce sarà a discrezione della D.L. Camminamenti Esterni: n. punti luce adeguati completi di corpi illuminanti con lampadina a Led tipo segna passo o lampioncino come da foto, per camminamenti esterni; n. 1 punto luce per ingresso pedonale completo di corpo illuminante con lampadina a Led; Portici e Balconi: Binario Led a luce calda incassato nel soffitto Plafoniera Prisma chip 25 ovale con grill Scale e Sbarchi: Plafoniera Prisma Drop 22 con lampadina a Led Tutti i punti luce comune saranno comandati con accensione da interruttore crepuscolare o con sensore di passaggio ed il posizionamento di detti punti luce sarà a discrezione della D.L. La serie di frutti utilizzata per gli appartamenti sarà Bticino serie Living Light con placca base da capitolato e tasto assiale (su specifica richiesta) LIVING – LIGH – TECH La serie Living light e tech sono prodotti moderni e tecnologici, L’affidabilità dei comandi BTicino supera i più severi test chimici, elettrici e termici. La serie Livinglight è sottoposta a ulteriori test per gli azionamenti e per il sovraccarico rispetto a quelli previsti per legge (100.000 invece di 40.000). PLACCHE DI  RIFINITURA TECNOPOLIMERO Livinglight è il risultato dell’innovazione al servizio della vita quotidiana e della creatività personale: una linea totalmente nuova che ti permette di personalizzare l’unione tra placca e comandi luce in modo che siano perfettamente integrati con lo stile della tua casa. La forma International rappresenta una scelta di continuità con il passato per tutti coloro che ancora apprezzano la forma della serie più installata in Italia La forza di Living light Forma Quadra è la sua essenzialità. Nonostante sia la forma più classica di placca, conserva un’estetica pulita e piacevole che ti permetterà di sbizzarrirti ancora di più con le combinazioni di colori e materiali. La forma Tonda ha uno stile poco invasivo che, grazie ai suoi angoli smussati, arreda le tue pareti con raffinatezza e discrezione. IMPIANTO TV. Sarà installato impianto tv/satellite con antenna centralizzata completo di centralino e ogni altra apparecchiatura per il corretto funzionamento e la corretta visione dei canali in chiaro. IMPIANTO TELEFONICO. Sarà prevista l’alimentazione della rete pubblica tramite, un pozzetto esterno e   raccordo, compresa la distribuzione verticale, da eseguirsi secondo le prescrizioni TELECOM.   IMPIANTO FIBRA OTTICA. Nella Palazzina sarà realizzato un impianto di distribuzione fibra ottica che parte dal locale tecnico al piano interrato sino agli appartamenti, per permettere l’allacciamento futuro di apparati digitali o di operatori telefonici e televisivi direttamente senza interventi nelle parti comuni ma direttamente dall’appartamento attraverso appositi convertitori (normalmente forniti direttamente dagli operatori). IMPIANTI di SEGNALAZIONE. Sarà costituito da due segnalatori acustici, uno di tipo squillante e l’altro di tipo ronzante. Il primo sarà azionato dal pulsante d’ingresso posto all’esterno del complesso residenziale in corrispondenza all’ingresso pedonale, l’altro all’ingresso del cancelletto di proprietà, attrezzato e munito di portanome, ed il terzo sarà azionato dal pulsante a tirante ubicato nei bagni. Il funzionamento sarà previsto a 220V o 12V.   IMPIANTO VIDEOCITOFONICO CON TECNOLOGIA VIP  A COLORI      Sarà costituito da pulsantiera posta nei pressi dei cancelli pedonali d’ingresso e sarà completa di telecamera a colori. Gli apparecchi saranno posti nei pressi dell’ingresso d’ogni singola unità immobiliare. I videocitofoni installati saranno del tipo nuovo modello Icona Vip Manager. Questo videocitofono al suo interno ha un sensore di temperatura, altoparlante invisibile, 7 tasti visibili,  e gestisce le due principali funzioni: Videocitofono a colori touch screen capacitivo 4,3” 16:9  e display di supervisione e comando dell’impianto domotico. La nuova tecnologia Vip, videocitofonia su cavo di rete, offre la possibilità di integrarsi con la rete Lan domestica e di rispondere alla chiamata dallo smartphone per mezzo di un gateway (opzionale)     IMPIANTO ASCENSORE   Fornitura e posa di ascensore elettrico a basso consumo, compreso quadro  di alimentazione generale, quadro di manovra, armadio macchine e ogni elemento necessario. Collegamento viva voce con servizio assistenza, in caso di allarme, bottoniera di cabina con attivazione a sfioramento. La trazione elettrica non richiede l’utilizzo di olii e quindi rispetta l’ambiente. IMPIANTO ASPIRAZIONE CENTRALIZZATO   Le unità abitative saranno dotate di predisposizioni impianto di aspirazione centralizzata, comprendenti le tubazioni passanti nelle murature . SISTEMAZIONI ESTERNE – OPERE DI COMPLETAMENTO   La recinzione sul lato est sarà realizzata con muretto in calcestruzzo e sovrastante cancellata in ferro, secondo i dettagli forniti dalla D.L.  trattata con idoneo primer e due mani di smalto ferromicaceo; analogamente saranno realizzati e trattati  i cancelli pedonali ed il cancello carraio. Il cancello carraio sarà automatizzato e fornito di n. 2 telecomandi per ogni appartamento. Le restanti recinzioni tra cui quelle tra le proprietà e con le proprietà confinanti, saranno realizzate con pannelli stampati rigidi. Le aree a verde private, saranno sistemate attraverso posa e livellatura di terreno di coltura, fresatura del terreno stesso. Le pensiline di ingresso pedonale saranno realizzate come da progetto, con alloggiamenti per videocitofono e cassette postali in alluminio.     VARIE    
  • E’ prevista la tinteggiatura con idropittura lavabile delle scale, atrii, disimpegni ai piani (pareti e soffitti); tutti i manufatti in ferro saranno trattati con doppia mano di      smalto ferromicaceo, previa stesura di idoneo primer.
  • Nel vano scala veranno creati degli abbassamenti a veletta con posizionamento illuminazione notturna a led.
  POSSIBILITA’ DI VARIANTI Prima di dare inizio ai lavori di finitura, negli uffici del cantiere e/o presso Fornitori specializzati, verrà allestita una campionatura dei materiali da capitolato affinché gli acquirenti possano effettuare le proprie scelte. Il cliente potrà richiedere alcune piccole varianti sulla partizione interna degli alloggi purché queste siano compatibili con la disposizione generale del progetto, con le norme urbanistico/edilizie in vigore e non alteri i parametri di aereoilluminazione imposti dai regolamenti del comune di Senago. Il Cliente avrà la facoltà di scegliere materiali di maggior pregio di quelli indicati in capitolato ed esposti nella campionatura. Sia in questo caso che nel precedente, le modifiche e la relativa valutazione economica dovranno essere preventivamente concordate per iscritto. Tutte le quote dimensionali rappresentate sui disegni sono da intendersi indicative, in corso di esecuzione potranno subire leggere variazioni per motivi tecnici o di tolleranze nelle esecuzioni di intonaci e piastrellature; le citate leggere variazioni rientrano nei normali standard dei lavori edili.   VISITE ALL’IMMOBILE IN CORSO D’OPERA Per ragioni di sicurezza e di rispetto delle normative vigenti in materia, non sono ammesse visite autonome in cantiere. Si potrà accedere al cantiere stesso solo previa autorizzazione del Coordinatore della Sicurezza, accompagnati dalla direzione tecnica del cantiere e indossando i necessari dispositivi di prevenzione individuale (elmetto…).